34^ tappa Arzua-Lavacolla km. 29

Mer 11 lug 2018

In questo tratto il Cammino si addentra nuovamente tra prati, querce ed eucalipti che circondano i piccoli villaggi, alcuni dei quali hanno toponimi dall’eco giacobeo: A Calzada, A Calle, Ferreiros, A Salceda, A Brea, Santa Irene e A Rúa, quest’ultima già alle porte di Arca, il paese a cui fa capo O Pino, l’ultimo prima di Santiago.

(Beppe) Usciamo dalla località di Arzúa da rúa do Carme. In questa tappa si alterna il paesaggio di boschi e prati (roveri, eucalipti, piante da frutto e campi arati) con tratti laterali alla strada nazionale 547.

Presteremo particolare attenzione ai veicoli, dato che dovremo attraversare diverse volte la carreggiata.

Attraversiamo il fiume Raído e poi vari villaggi: Cortobe, As Pereiriñas, A Taberna, alcuni dall’eco giacobeo come A Calzada, A Rúa, Ferreiros —torna nuovamente il riferimento al vecchio mestiere di coloro che, tra le altre attività, riparavano i ferri di cavallo — o A Salceda.

Da A Salceda ci dirigiamo verso Santa Irene — dove si trova un ostello dei pellegrini-. Questo tratto continua, come tutto il resto della tappa, praticamente in pianura.

Arriviamo a A Rúa, ormai alle porte di Arca, paese a cui fa capo O Pino, l’ultimo comune prima di Santiago. O Pedrouzo è il nucleo principale della parrocchia di Arca.

In tutta la tappa troveremo bar o taverne dove mangiare qualcosa e fontane per rinfrescarci.

Per noi questa è la penultima tappa del Cammino, mentre siamo già molto vicini alla meta. Un percorso pieno di aspettative, da O Pedrouzo a Santiago, passando dal Monte do Gozo.

Usciamo da O Pedrouzo e riprendiamo il Cammino.

Attraversiamo quindi la località di Santo Antón, dove comincia la salita fino all’entrata nel territorio del comune di Santiago. O Amenal, Cimadevila e San Paio sono i nuclei che attraversiamo.

Saliamo fino al nucleo di Lavacolla, nelle immediate vicinanze dell’aeroporto internazionale di Santiago. Un tempo qui i pellegrini avevano l’abitudine di lavarsi il corpo intero nel ruscello. Infatti, l’etimologia del toponimo deriverebbe da lava colea, un disinvolto riferimento all’igiene delle parti intime.

E qui a Lavacolla termina la nostra tappona di oggi, sapendo che ci separano ormai pochissimi chilometri dalla nostra meta, ma questo avverrà domani.

Dati tecnici della giornata:

  • Partenza ore: 6,00
  • Km percorsi: 29
  • Dislivello: saliscendi
  • Meteo: cielo velato
  • Tempo impiegato: 8,00
  • Totale km. percorsi: 786,1
  • Km stimati a Santiago : 12,9

Precedente 33^ tappa Palas de Rei-Arzua km. 29 Successivo 35^ tappa Lavacolla-Santiago di Compostela km. 12,9