CAMMINO DI SANTIAGO – dei salubri ed insalubri corsi d’acqua

Tra poco siamo in primavera e estate. In queste stagioni molti di noi si rimettono in cammino.

Durante il mio cammino 2015 diversi pellegrini, me compreso, facevano il bagno o bevevano lungo i corsi d’acqua che si incontrano sul Cammino versante francese.
Ma attenzione a cosa dice il CODEX CALIXTINUS o LIBER SANCTI JACOBI-LIBRO V- CAPITOLO VI – DEI SALUBRI ED INSALUBRI CORSI D’ACQUA che si trovano sul cammino di San Giacomo.
A partire dai passi di Cize e del Somport fino a Santiago. Dal Somport scende il fiume salubre chiamato Aragon che irriga la Spagna. Dal Port de Cize, invece, scorre il fiume pulito che molti chiamano Runa e che attraversa Pamplona. Per Puente la Reina passa l’Arga ed anche la Runa. Nel posto chiamato , , . à, , é é , é à .
Nel corso del nostro viaggio a San Giacomo, noi abbiamo trovato là due navarri seduti sulla riva ad affilare i loro coltelli che gli servivano per scuoiare le cavalcature dei pellegrini che, avendo bevuto quest’acqua, morivano. Alle nostre domande risposero, mentendo, che quest’acqua era buona da bere.
Noi ne demmo quindi da bere ai nostri cavalli e due Immedia-tamente morirono e furono subito fatti a pezzi.
A Estella passa l’Ega : la sua acqua é dolce, pulita e molto buona.
à ‘ , , é , ‘ .
, , . , .
A Logroño passa un grande fiume chiamato Ebro, di cui le acque sono pulite e dove i pesci abbondano.
ñ . , () , ‘ , .
E se per caso, qualcuno che ne ha mangiato non si é ammalato, é perché era in migliore salute oppure viveva qui da molto tempo. Tutti i pesci e le carni di bue e maiale in Spagna e Galizia rendono malati gli stranieri.
I fiumi la cui acqua é invece considerata buona da bere e dolce, sono il Pisuerga che scorre a Itero del Castillo, il Carrion che passa a Carrion, il Cea che scorre a Sahagún, l’Esla a Mansilla, il Porma che un grande ponte tra Mansilla e León attraversa, il Torío che scorre a León sotto Castro de Judios, il Bernesga che passa vicino alla stessa città, ma dall’altra parte, cioé verso Astorga; il Sil che bagna Ponferrada in una verde vallata; il Cua che passa a Cacabelos; il Burbia che scorre sotto il ponte di Villafranca; il Carcera che fluisce nel Valcarcel, il Miño che passa a Portomarin; un fiume che é a due miglia da Santiago, in un posto ombroso che si chiama Lavacolla, perché i pellegrini di Francia che vanno a Santiago hanno l’abitudine, per amore dell’apostolo, di lavarvici non solo le parti intime, ma di purificarci il corpo tutto intero dalle sporcizie dopo essersi spogliati dei loro indumenti. Il fiume Sar che scorre tra il Monte del Gozo e la città di Santiago ha la reputazione di essere sano; come pure il Sarela che passa dall’altra parte della città verso l’ovest é considerato salubre. Se ho descritto questi fiumi, é per fare in modo che i pellegrini che vanno a Santiago si sforzino d’evitare di bere le acque malsane e possano scegliere le buone per loro e per le loro cavalcature.

Precedente Cammino di San Salvador Successivo Il pellegrino ed i tre spaccapietre